Trasformare le nostre città a misura di bicicletta si può.

In occasione di un partecipato evento online della Scuola Comuni Ciclabili, FIAB ha presentato la scorsa settimana il vademecum “Dare strada alle biciclette. I nuovi provvedimenti del Codice della Strada per favorire la sicurezza ciclabile”, realizzato dal Centro Studi FIAB per far sì che i comuni possano avere uno strumento in più – aggiornato alle ultime novità normative nel Codice della Strada – nei loro investimenti bike friendly. «Il lavoro di FIAB sul territorio ha pagato: molti amministratori sono diventati alfieri di questa visione», ha dichiarato il Presidente FIAB, Alessandro Tursi, in apertura del webinar a cui hanno partecipato anche 80 associazioni FIAB. Il documento è già disponibile sul sito ComuniCiclabili. A un anno dallo scoppio della pandemia, gli investimenti nella mobilità ciclistica sono prioritari per la rivoluzione bici di cui l’Italia ha bisogno, senza per forza grandi investimenti come ha spiegato di recente il presidente Tursi a GEO su Rai 3.

Il vademecum è articolato in 6 schede tecniche e invita le pubbliche amministrazioni a conoscere e capire gli ambiti di applicazione dei cambiamenti del Codice della Strada introdotti con i recenti “Decreto Rilancio” e “Decreto Semplificazioni”. Le sei novità sono: corsia ciclabile, corsia ciclabile per il doppio senso ciclabile, casa avanzata, uso ciclabile di corsie preferenziali, zona scolastica, strada urbana ciclabile E-bis.

L’articolo continua sul sito di FIAB

Il vademecum