La canapa dei Gargiolari

Durante questa passeggiata seguiremo i punti più importanti dell’età “di mezzo” della canapa.
Ovvero l’età del suo momento più importante. Incontrandola in diversi punti, quando la si tesseva, dove arrivava il suo filato, lavorato dai filarini, per passare a dove arrivava l’acqua che serviva anche per far lavorare i telai, a dove stavano gli ambasciatori di sua Reale Maestà Britannica, mandataria del lucroso contratto che vedeva le vele delle navi della sua flotta fatte con la canapa prodotta e lavorata a Bologna, per incrociare il sito in cui i contadini che volevano produrre canapa, andavano a cercare i pesi (ossia i sassi) per tenere i fasci di canapa a mollo nei maceri, pensando al grande vantaggio che avevano a trovarli che pesassero uguali, al punto che erano disposti a comprarli. Finiremo la passeggiata al Museo della Civiltà Contadina per apprezzare maggiormente la tradizione e il lavoro della canapa stessa.

Ritrovo in piazza Maggiore ore 8,45; Partenza ore 9,00.

Lunghezza del percorso: 45 km
Difficoltà: 2/5
Tipo di fondo: strade asfaltate e percorso sterrato
Tipo di bicicletta: gravel, mountain bike, trekking, no bici da corsa
Pranzo: al sacco. Nel parco, dove è compreso il museo, potremo consumare il pranzo al sacco. Forse il ristoro sarà aperto ma meglio non darlo per scontato e portarsi il cibo da casa.
Costi:
il biglietto per la visita al museo costa 4 euro
Prescrizioni specifiche
: luci funzionanti, acqua, kit riparazioni per eventuale foratura, camera d’aria della misura giusta.

Assicurazione: è richiesto il contributo di 2 euro per assicurazione infortuni ai soci FIAB. Ai non soci alla loro prima escursione invece saranno richiesti 5 Euro per copertura infortuni ed RC. Per facilitare la raccolta ai referenti si prega di portare le somme spicciole.

Referente: Marco Frascaroli m.frascaroli@libero.it

Regolamento gite